Verdenti

verdentiVerdenti è un nuovo modo di condurre lo studio dentistico. E’ una formula che tiene conto delle possibilità dell’odontoiatra di influire sulla salute generale dell’individuo e sull’ambiente.
Tale azione viene realizzata mediante un’attenzione ai materiali inseriti nel cavo orale, alla riduzione della contaminazione di denti e gengive, al controllo dei processi che possono creare inquinamento, alla salvaguardia di risorse.
Oltre a questi aspetti si aggiungono iniziative volte al vero risparmio per il paziente differenziandole da quelle spesso illusorie di alcune offerte a basso costo.

I punti principali del progetto Verdenti Eco-salutare

Eco-salutareGli studi odontoiatrici oggi possono essere senz’altro considerati tra i maggiori attori della prevenzione sanitaria. Normalmente i pazienti si rivolgono al medico di base quando sono malati, cioè quando la malattia già necessita di un intervento. L’ odontoiatra invece può intervenire in una fase di prevenzione primaria. E’ singolare il caso del carcinoma orale. Se valutato precocemente dal dentista, durante le visite di controllo, richiede un intervento minimo e nella maggior parte dei casi, risolutivo. Se invece manca tale passaggio, magari perché il paziente non si reca a farsi controllare, la lesione può accrescersi e nel momento in cui diventa sintomatica e viene notata dal medico curante, richiede un intervento più ampio e demolitivo. Inoltre molte patologie come le cardiopatie, il diabete, possono venir influenzate dalla salute della bocca. Il dentista quindi può influire con il suo intervento, sulla situazione di tali patologie invalidanti. Il progetto Verdenti ECO-Salutare si concentra molto sulla prevenzione e sugli aspetti che influenzano la salute generale.

I punti principali del progetto Verdenti Eco-nomico

Eco-nomicoLa malattia orale viene ormai definita una patologia comportamentale. E’ indubbia infatti l’influenza delle abitudini di igiene orale domiciliare nello sviluppo di carie e gengiviti. Questo significa che i nostri comportamenti possono influire sulle cure dentarie e quindi anche sui conseguenti costi. Il famoso detto “Prevenire è meglio che curare” può quindi essere parafrasato in “Prevenire è meglio che pagare”…
Un programma periodico personalizzato di controlli gratuiti e di sedute d’igiene con istruzioni all’uso degli ausili di igiene orale, permette perciò una riduzione della patologia orale con conseguente riduzione dei costi individuali. Dal “low-cost” dentale di alcune società di capitali, si passa ad una formula di prevenzione delle terapie gestita direttamente dal dentista insieme al paziente, che diventa il principale responsabile della sua salute. Un monitoraggio e una motivazione continua possono infatti permettere una modificazione dei comportamenti salutari.
Il progetto Verdenti ECO-nomico oltre a favorire il risparmio con un sistema di controlli gratuiti, favorisce il paziente anche nella dilazione dei trattamenti e pagamenti. Inoltre si esegue “soltanto ciò di cui il paziente ha bisogno”. Sembra una frase inutile, purtroppo oggigiorno, per recuperare i costi dovuti a politiche promozionali o di sconto, talune strutture eseguono il cosiddetto over – treatment ovvero cure inutili che servono soltanto ad aumentare il preventivo.

I punti principali del progetto Verdenti

Gli studi odontoiatrici producono giornalmente un enorme quantitativo di plastica non riciclabile. In America sonoEco-logico stati calcolati circa 1,7 miliardi di buste di plastica, soltanto per imbustare gli strumenti manuali, senza contare i rivestimenti e i teli protettivi ecc che aggiungono altri 680 milioni di pezzi. Questa massa di materiale purtroppo non viene riciclata, ma si somma alla plastica esistente nel circuito dei rifiuti. Inoltre sempre in America vengono gettati nel flusso delle acque reflue circa 28 milioni di litri di liquidi chimici come lo sviluppo e il fissaggio per le pellicole radiografiche.
Il progetto Verdenti ECO-logico sostituisce principalmente la plastica presente negli studi dentistici con materiale sterilizzabile riutilizzabile o riciclabile. Inoltre si attiva per ridurre ulteriori aspetti di inquinamento (come gessi, piombo, detersivi) e di risparmio di risorse (energia e acqua).

vai al sito di Verdenti