Gli integratori e le bevande energetiche possono essere considerate innocue quando si pratica un’attività sportiva?

verdenti sport

Nel nostro Studio da anni seguiamo numerosi pazienti che svolgono attività sportiva professionale e abbiamo notato nel tempo come vi sia stato un aumento di carie e patologie di usura dello smalto in questi atleti.

Vi sono vari studi che hanno esaminato come gli integratori sportivi vengono sempre maggiormente impiegati per migliorare le prestazioni atletiche valutandone l’efficacia e la tollerabilità.  Raramente l’atleta è però a conoscenza degli effetti collaterali a carico del cavo orale.

Uno studio americano pubblicato su General Dentistry dimostra che energy e sport drinks, se assunti regolarmente durante e dopo la sessione di allenamento, possono causare danni irreversibili allo smalto dentale se non si conoscono determinati comportamenti da adottare.

L’indiziato numero uno é lo zucchero contenuto; gli zuccheri sono fonte indispensabile di energia per il nostro organismo, in particolare il glucosio è utilizzato dai muscoli per produrre energia. Nelle bevande energetiche questo ingrediente si trova in forma di fruttosio o saccarosio che soprattutto nello sforzo prolungato posticipa la fatica, risparmia il glicogeno e aumenta le prestazioni. Gli zuccheri presenti nelle sostanze energizzanti creano un ambiente particolarmente favorevole per lo sviluppo della carie. Inoltre a causa della loro acidità si crea nel cavo orale un basso pH che provoca demineralizzazione dello smalto con usure e ipersensibilità.

Pertanto le raccomandazioni da seguire sono:

– non somministrare a bambini e adolescenti

– sciacquarsi la bocca prima possibile con acqua dopo il loro utilizzo bloccando così l’attività usurante dell’acido

– attendere almeno un’ora prima di lavarsi i denti per non peggiorare l’azione erosiva, ma poi essere puntuali nello spazzolamento per contrastare l’effetto cariogeno degli zuccheri